COS’È IL SOCIAL MEDIA LISTENING E GLI STRUMENTI PER ANALISI E MONITORAGGIO

Hai idea di cosa dice la gente del tuo brand? Se la risposta è “no”, è ora di far suonare un campanello d’allarme e di capire bene cos’è il social media listening. Si tratta di uno dei principali strumenti in mano ai social media manager per rispondere a questa domanda. Come vedremo, è un’attività assolutamente necessaria per essere certi di avere una reputazione online positiva e coerente con l’immagine desiderata.

Il social media listening è un vero e proprio processo che include il monitoraggio del volume delle conversazioni, la valutazione del sentiment delle persone verso il brand o il prodotto e l’identificazione degli influencer di settore. Un’attività di ascolto che, all’interno dei processi aziendali, si affianca alla mappa del Customer Journey e alla definizione delle personas.

Il monitoraggio e l’analisi dei social media è opportuno che siano condotti su differenti piattaforme, come Facebook e Twitter ma non solo. L’ideale è coinvolgere anche altri canali, come blog, forum di settore ecc. Ascoltare le conversazioni significa anche apprendere informazioni strategicamente molto importanti, come la reputazione dei competitor e le tendenze in atto nel settore di riferimento.

 

Analisi e monitoraggio social media: la strategia giusta

Ora che sappiamo cos’è il social media listening, è il momento di passare all’azione nel modo più efficace possibile. Una corretta azione di monitoraggio dei social media presuppone che siano chiari gli obiettivi che ci poniamo da questa attività.

Ma è solo il punto di partenza. Per impostare la strategia giusta, una tecnica affidabile è rispondere a queste domande:

  1. Cosa pensano le persone della tua azienda e dei tuoi prodotti? E dei competitor?
  2. Quali sono le parole chiave più rilevanti per il tuo settore?
  3. Su quali canali e quante volte è stato menzionato il brand?
  4. Dopo la reputation, si deve analizzare il sentiment. Cosa piace dei tuoi prodotti alle persone? Cosa li lascia insoddisfatti?

Le risposte a queste domande sono sufficienti a dettare le azioni conseguenti, capire come costruire relazioni con i tuoi clienti e a fare del monitoring un alleato delle tue strategie di marketing.

 

Social media listening: gli strumenti

Tutto questo ti sembra una montagna da scalare? Non è così, con i tool giusti.

Abbiamo selezionato per te alcuni tra i più utilizzati strumenti dei social media manager per il monitoring:

  • Social Mention. Non farti ingannare dall’interfaccia spoglia. Social Mention è un tool che ti sarà molto utile ed è semplicissimo da usare. Basta scrivere la parola chiave nella casella per scoprire i contenuti generati in rete negli ultimi 30 giorni.
  • Datalytics. Da una dashboard personalizzabile, su Datalytics puoi analizzare numero di commenti, utenti univoci, reach e impression.
  • Google Alerts. Uno degli strumenti più amati per il social media monitoring. Google Alerts monitora il web per te su specifiche keyword e ti invia una mail per avvertire dei risultati.
  • Hootsuite. Non solo per la gestione dei differenti canali, Hootsuite può aiutarti anche nell’analisi social media. La versione gratuita del tool consente di accedere a report base ma comunque utili, mentre naturalmente nella versione a pagamento puoi richiedere report più sofisticati.

E tu come implementi l’attività di monitoraggio nella tua social media strategy? Lo facevi già? Raccontaci la tua esperienza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *